Come trascorri il tuo tempo su internet?

Autore: Dott.ssa Francesca Lama

Come trascorri il tuo tempo su internet?

Controlli compulsivamente la mail? Guardi molti video? Passi frequentemente fra diverse applicazioni web? Dal download su bittorent alla chat ai giochi online? Una ricerca condotta dalla Missouri University of Science and Technology mostra come il modo di utilizzare internet abbia una forte connessione con alcuni sintomi depressivi. Sono stati reclutati dai ricercatori 216 volontari, in particolare studenti del campus ai quali è stato chiesto di compilare un questionario, il CESD-R utilizzato per misurare i livelli di depressione nella popolazione generale. L’indagine ha rivelato che il 30 per cento dei partecipanti ha soddisfatto i criteri per i sintomi depressivi. Successivamente i ricercatori hanno analizzato alcuni macrocomportamenti di questi studenti nel loro uso di internet e del web. Dalla ricerca dagli psicologi Janet Morahan-Martin e Phyllis Schumacher è emerso che vi è una correlazione significativa fra i sintomi depressivi e l’uso massiccio di strumenti online quali il p2p (lo scambio di file), l’uso di chat, di giochi e video online. I partecipanti con sintomi depressivi ad esempio, hanno mostrato la tendenza a controllare spesso la posta elettronica ws Lo studio è di tipo correlazionale, e dunque non vi è alcuna indicazione sulla direzione causale fra depressione e pattern nell’uso di internet. È però plausibile supporre che il comportamento online sia il sintomo di difficoltà di rimanere concentrati e di focalizzare l’attenzione. Secondo i ricercatori, questa difficoltà a concentrarsi porta gli studenti con sintomi depressivi ad un uso particolare di internet: si controlla spesso la mail (sintomo d’ansia), si passa velocemente da una applicazione all’altra. Quali sono le applicazioni pratiche di questa ricerca? I ricercatori si augurano di poter utilizzare i risultati per sviluppare un software che possa essere installato sul computer di casa e sui dispositivi mobili. Questo potrebbe monitorare l’utilizzo di Internet per avvisare l’utente quando i modelli di utilizzo possono indicare i sintomi di uno stato depressivo e potrebbe anche essere uno strumento utile per i genitori di monitorare l’utilizzo di Internet dei loro figli.

Fonte: the New York Times.

L’articolo: Associating Depressive Symptoms in College Students with Internet Usage Using Real Internet Data (pdf).

Annunci

I commenti sono chiusi.