Cosa sono i disturbi di personalità

Autore: Dott.ssa Francesca La Lama

Cosa sono i disturbi di personalità

Ogni persona ha ha una propria personalità; tratti e modi caratteristici che contraddistinguono ognuno nel modo di pensare, di comportarsi , di mettersi in relazione con gli altri, di trovare soluzione ai problemi e di dare significato agli eventi della propria vita e al mondo circostante. La personalità è quindi l’ insieme dei componenti distintivi con cui noi ci definiamo ai nostri stessi occhi e agli altri. E’ quella cosa che ci fa dire: “Sono fatto così”, “E’ il mio carattere”. I tratti della personalità diventano un disturbo della personalità quando i modi di pensare e di agire diventano estremi, rigidi, inflessibili e disadattati. Il modello di esperienza interiore e di comportamento non è mutabile dalle esperienze della vita e viene applicato quasi senza distinzioni nelle più diverse situazioni. I disturbi di personalità si presentano fin dall’adolescenza o nella prima età adulta e i pensieri e i comportamenti diventano sempre più radicati nell’età adulta.; sono stabili nel tempo e determinano disagio e gravi sofferenze alla persona stessa o agli altri. Questi disturbi possono essere caratterizzati da reazioni emotive agli eventi della vita eccessive e drammatiche, da instabilità delle relazioni affettive, da incapacità a perseguire uno scopo o un interesse o di mantenere un’attività lavorativa. Sembra che vi siano diverse cause legate ai differenti tipi di disturbi di personalità. Tuttavia, come per la maggior parte delle malattie mentali, le cause sembra siano una combinazione complessa di fattori genetici e biochimici, e di fattori individuali, familiari e ambientali. Esiste una molteplicità di disturbi della personalità. Ciascuno di essi si riflette in modelli di comportamento pervasivi, il che significa che certi comportamenti e pensieri si manifestano in quasi tutti gli aspetti della vita.

Secondo la quarta edizione del Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorder (DSM IV), vi sono tre gruppi principali in cui si possono classificare i disturbi di personalità:

Gruppo A caratterizzato da comportamenti considerati “strani” o “paranoici” e dalla tendenza del soggetto all’isolamento e alla diffidenza.

* Disturbo paranoide di personalità

* Disturbo schizoide di personalità

* Disturbo schizotipico di personalità

Gruppo B caratterizzato da comportamenti “emotivi” o “drammatici”, oltre che da mancanza di empatia e altruismo da parte del soggetto.

* Disturbo antisociale di personalità

* Disturbo borderline di personalità

* Disturbo narcisistico di personalità

Gruppo C caratterizzato da comportamenti “ansiosi” o “paurosi” e da una bassa autostima del soggetto.

* Disturbo evitante di personalità

* Disturbo dipendente di personalità

* Disturbo ossessivo-compulsivo di personalità

Annunci

I commenti sono chiusi.